PR VENETO FSE+ 2021-2027


Con Decisione di esecuzione C(2022)5655 del 01/08/2022 la Commissione europea ha adottato il Programma Regionale cofinanziato dal FSE+ per il ciclo di programmazione 2021-2027

La Giunta Regionale con deliberazione n. 1010 del 16 agosto 2022 ha preso atto della Decisione di esecuzione C(2022)5655, della Commissione europea che approva il programma "PR Veneto FSE+ 2021-2027" per il sostegno del Fondo Sociale Europeo Plus. 

Con le risorse del FSE+, oltre 1 miliardo di Euro, si intende sostenere l’accesso all’occupazione e l’inclusione attiva di tutte le persone in cerca di lavoro, la partecipazione equilibrata al mercato del lavoro sotto il profilo del genere, la parità di condizioni di lavoro e di un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata, l’adattamento ai cambiamenti dei lavoratori, anche autonomi, dei liberi professionisti e degli imprenditori e l’acquisizione di competenze chiave per la competitività sostenibile del Veneto, migliorando la rispondenza dei sistemi di istruzione e di formazione alle esigenze del mercato del lavoro per continuare a cogliere la sfida di aumentare le opportunità di lavoro delle persone.

Scopri le opportunità->>

2 agosto 2022 | Comunicato n° 1647 | (AVN) – Venezia

COMMISSIONE EUROPEA APPROVA IL PR VENETO FSE+ 2021-2027. PRESIDENTE DELLA REGIONE, “IN ARRIVO OLTRE UN MILIARDO DI EURO DEL FSE+ PER OCCUPAZIONE E INCLUSIONE SOCIALE”

“L’approvazione del nostro Programma Regionale FSE+ 2021-2027 è una tappa fondamentale per scrivere il futuro della nostra Regione per i prossimi sette anni. Più di un miliardo di euro per affrontare e vincere la sfida di migliorare la qualità della vita delle persone. È una dotazione di risorse importante, che sosterrà le politiche di sviluppo competitivo sostenibile del territorio. Sarà programmata tenendo in considerazione le altre fonti complementari, come il Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027 e le risorse del PNRR e promuovendo la semplificazione e la capacità amministrativa”.


Così il Presidente della Regione del Veneto commenta l’approvazione da parte della Commissione europea del “PR Veneto FSE+ 2021-2027” per il sostegno del Fondo Sociale Europeo Plus nell'ambito dell'obiettivo “Investimenti per l'occupazione e la crescita”.


“L’esperienza maturata in questi anni e i risultati raggiunti - precisa il Governatore del Veneto - consentono di proseguire sulla strada della semplificazione e del rafforzamento della capacità amministrativa degli operatori del territorio”.


L’obiettivo è quello di coinvolgere più di 230.000 persone, agendo sulle seguenti priorità: 


“L’approccio del PR Veneto FSE+ 2021-2027 - precisa l’Assessore regionale al lavoro del Veneto - mantiene, ancora una volta, le persone al centro dell’evoluzione del tessuto economico e sociale, garantendo opportunità e strumenti per fare fronte alle transizioni, migliorare il tasso di occupazione e sviluppare nuove competenze”. 


“La formazione rappresenta la principale leva di cambiamento per le persone e le organizzazioni - conclude -. Grazie anche alle risorse del FSE+, il Veneto mira a realizzare un’offerta formativa competitiva e allargata, in grado di elevare le competenze delle persone, anche le più fragili, contribuendo a vincere la sfida di un Veneto più competitivo, sostenibile e inclusivo”.

Il PR VENETO FSE+ 2021-2027  testo integrale ->>

Il PR VENETO FSE+ 2021-2027 in sintesi ->>

GLI OBIETTIVI




3

Obiettivi specifici

 

2

Obiettivi specifici



3

Obiettivi specifici



1

Obiettivo specifico

LE RISORSE



+ 307.642.000



+ 147.483.700 



+ 289.176.268 



+ 245.735.000


+4% assistenza tecnica

=

1.031.288.508 MLD


IL PILASTRO EUROPEO DEI DIRITTI SOCIALI

Costruire un'Unione europea più equa e inclusiva 

L’Anno europeo delle competenze rappresenta un'opportunità unica per sostenere le imprese europee, soprattutto le piccole e medie imprese, per le quali la carenza di risorse umane costituisce una sfida, investendo molto di più nella formazione e nello sviluppo delle competenze, lavorando fianco a fianco con le imprese, conciliando le esigenze delle imprese con le aspirazioni di chi cerca lavoro indipendentemente dal livello di qualifiche e migliorando e accelerando il riconoscimento delle qualifiche anche dei cittadini di paesi terzi.

Per approfondire ->>